Visita al paese dei Goonies

Il piccolo paese del mio film preferito degli anni ’80 “The Goonies” esiste davvero.
Non solo, ma è anche piuttosto affascinante.
Questo film ormai divenuto un cult, nato dalla fantasia di Steven Spielberg, è stato girato in Oregon, in un paese chiamato Astoria e sul litorale a pochi chilometri dal villaggio.
Forse lo sapevi già o forse no; in entrambi i casi, non è mai un cattivo momento per rivivere la magia cinematografica del film.

Cominciamo?

Siamo pronti per ripercorrere i passi di Mikey, Brand, Chunk, Mouth, Andy, Stef, Data e della Banda Fratelli ( in particolare del mitico Sloth!).

Astoria

La prigione della scena di apertura, quella da cui evadono i membri della “Banda Fratelli”, è stato il carcere della contea dal 1914 al 1976.
Dal 2010 – per il 25 ° anniversario dei Goonies – l’edificio è stato trasformato nell’Oregon Film Museum. All’esterno si trova parcheggiato un fuoristrada: è la vera Jeep Cherokee dei Fratelli.


A pochissimi metri dal museo, trovate una casa di fine Ottocento: è il Flavel House Museum, che nel film è dove lavora il padre di Mikey. La casa è del 1885 e apparteneva al capitano di vascello George Flavel.


Andando verso i confini della città, nei pressi di Columbia Field, si arriva al 368 della 38esima strada. Qui sorge la casa di Mikey e Brand Walsh. C’è un cartello in fondo al vialetto che dice ai fan di Goonies che, se lo desiderano, possono avvicinarsi a piedi. Ad oggi però la proprietaria non permette più a nessuno di vedere la casa, che ha ricoperto con degli orribili teloni blu.
A fianco della casa dei Walsh, come da copione, c’è la casa di Data.



Cannon Beach

Con i suoi famosi faraglioni, si trova poco fuori da Astoria. È incredibilmente larga, perfetta per lunghe passeggiate, guadando e osservando le formazioni che si protendono dal mare e che hanno aiutato i Goonies nella loro caccia al tesoro.


 Spicca tra le sue acque la grandissima Haystack Rock, la roccia da cui esce la nave di Willy l’Orbo.

Mentre non è possibile esplorare caverne sotterranee – quelle facevano parte del set – si può andare al vicino Ecola State Park, che ha sentieri che si snodano lungo la costa. I sentieri offrono una vista mozzafiato sull’oceano da punti panoramici riparati dagli alberi. Questo è il punto in cui i Goonies si imbattono nel nascondiglio dei Fratelli (il ristorante) e iniziano la loro incredibile avventura sotterranea. È anche il luogo in cui Mikey alza il doblone pirata, puntando i faraglioni, che gli indicheranno dove si trova Willy l’Orbo.


Curiosità sui Goonies (che forse non sapete)

    • L’idea era ovviamente di Spielberg, che era all’apice della fama. Per non oscurare il regista, Richard Donnel, ha inserito un omaggio per lui.  Sloth infatti indossa la maglia di Superman, uno dei primi film diretti da Donnel
    • Stesso omaggio viene fatto allo sceneggiatore Chris Columbus, che prima aveva scritto la sceneggiatura dei Gremlins. Ricordate la telefonata che Chunk riesce a fare allo sceriffo e lui, che non gli crede, gli  dice che sarà una balla come quella dei terroristi oppure… “quell’ultima balla su quegli orribili mostriciattoli che si moltiplicano se gli butti sopra l’acqua”
    • Donner voleva riprendere la prima vera reazione dei giovani attori alla vista del galeone, nessuno ha fornito loro dei dettagli sulla nave, che venne costruita a grandezza reale. Tuttavia, la risposta è stata un po’ troppo reale, con il risultato che molti bambini imprecavano a quella vista della gigantesca nave pirata. La versione utilizzata nel film era in realtà la seconda ripresa.
    • Il teschio di Willy è gelosamente custodito in casa di Donner. La mappa del tesoro invece è andata persa.
    • Il 7 giugno è il Goonie Day, e viene celebrato dalle istituzioni di Astoria.

Ora non vi resta per vedervi per la 12938482930000 -esima volta i Goonies. Oppure prendete un bel volo per gli USA, destinazione Oregon!

2 pensieri riguardo “Visita al paese dei Goonies

Lascia un commento