Trono di Spade | Stagione 7 | Oltre la Barriera

Nel sesto episodio di Game of Thrones – Il Trono di Spade,  abbiamo visto Jon Snow combattere assieme ai suoi compagni tra cui Lungo Artiglio, Mastino e Jorah. Hanno combattuto contro gli Estranei al di la della Barriera. Il gruppo è rimasto circondato su un isolotto in mezzo ad un lago ghiacciato precario, che blocca i non-morti.

Thoros perde la vita e Beric brucia il suo cadavere. Iniziano a pensare che la loro unica chance sia uccidere il Re della Notte, che in quel momento si trova su un’altura protetto dal suo esercito.

Sebbene la Barriera di trovi in Nord Irlanda, di cui ho già parlato in QUESTO ARTICOLO, il mondo del ghiaccio e dei White Walkers è semplice da visitare: si trova in Islanda.

Questo paese, usato spesso come location cinematografica, gioca ancora una volta un ruolo chiave. Il paese sta vivendo un vero “Game Of Thrones Effect”. Ha infatti registrato una crescita incredibile del turismo, che è aumentato da 566,000 nel 2011, l’anno del debutto, a 1.8 milioni nel 2016.

Con tutta quella neve è sicuramente difficile riconoscere il punto esatto in cui sono state girate delle scene, ma il cast ha spesso gravitato attorno il Lago Mývatn.



Questo lago, creato da una grande eruzione lavica basaltica circa 2300 anni fa, è circondato da una straordinaria fauna, con circa 52 specie di uccelli.

Un’altra location è Dimmuborgir.  Si tratta di un campo di lava congelato poco distante dal lago Mývatn. Qui è stato costruito il campo di esercito selvaggio di Mance Rayder nella stagione tre, e riappare anche nella stagione sette.
Le riprese hanno avuto luogo a temperature inferiori a -11C.



Un’altra location che appare nel Trono di Spade è il fantastico Parco Nazionale Thingvellir. Non lontano da Reykjavik, apparso già nella seconda stagione, quando Brienne e il Mastino combattono.



Un posto inconfondibile è invece: la spiaggia di sabbia nera, vicino a Vick, che appare proprio nel sesto episodio.


Lascia un commento