Sul set di Bohemian Rhapsody

“Bohemian Rhapsody” è già un cult. Il film di Bryan Singer propone una narrazione della vita artistica e privata di Freddie Mercury, interpretato dall’eccezionale Rami Malek. La pellicola ha già scatenato il ritorno della Queen mania, spingendo i giovanissimi di questa generazione ad ascoltare e apprezzare vecchi album per la gioia dei loro genitori.
Questo fantastico viaggio nel passato è stato interamente girato a Londra, partendo proprio dalla casa dei genitori del giovane Farouk Bulsara.  Al 22 di Glastone Avenue,  Feltham nel Middlesex, c’è la casa dove Freddie viveva con la famiglia negli anni ’70. È ubicata nella Zona 6, a ovest di Londra, ed stata concessa dai nuovi proprietari per girare alcune scene del film, tra cui quella nella stanza da letto di Freddie.



Freddie Mercury studiò all Ealing Art College, che fu successivamente meta di molte esibizioni dei Queen. Nel film però le scene sono state girate nel Vecchio Municipio di Bromley.



Nei Gillette Building Studio sono state girate moltissime scene. Qui sono stati ricostruiti gli ambienti degli studi BBC per l’apparizione a Top of the Pops, la Capital Radio, l’Hotel di Rio de Janeiro e la casa di campagna dove il gruppo si ritirò per comporre l’album “A Night at the Opera”, contenente il capolavoro Bohemian Rhapsody.



La storica casa di Freddie Mercury a Kensington,  Garden Lodge,  ancora oggi attira i fan di tutto il mondo.  Questo luogo non poteva mancare tra le location del film. Non essendo possibile girare proprio nella vera casa, ancora oggi di proprietà della storica fidanzata di Freddie, Mary Austin,  gli esterni sono di una casa molto simile che si trova a Surbiton. Qui una foto della vera abitazione.



Lo stadio di Wembley non ha concesso la possibilità di girare delle scene, quindi per il Live Aid la produzione ha usato il Bovingdon Airfield, nell’Herfordshire.
Questo luogo è stato usato in passato per le riprese di film come Harry Potter e i doni della morte, Fury e il sesto capitolo di Fast & Furious.
Qui la produzione ha realizzato un palco gigantesco, della stessa altezza dell’originale.  Un impegno doveroso per rendere omaggio a un evento di immensa portata nella storia della musica. I Queen aprirono il loro set di 20 minuti proprio con Bohemian Rhapsody.



Curiosità del film

  • Molti degli abiti utilizzati nel film dai protagonisti appartengono a Brian May, che ha conservato di tutto. Ha tenuto biglietti dei concerti, disegni, e schizzi, prime stesure di Freddie e degli altri membri dei Queen.
  • La voce che si sente cantare è in parte quella di Freddie Mercury, in parte quella di un cantante canadese, Marc Martel. Le due voci sono state mixate insieme e sovrapposte a quella di Malek.
  • Per entrare nel personaggio, Malek ha studiato i movimenti di Freddie, ma anche quelli di Liza Minnelli, Jimi Hendrix e David Bowie, idoli del cantante dei Queen.
  • Nel film c’è una scena in cui si vedono i Queen cantare Love of My Life, accompagnati in coro dall’intero stadio in delirio. Quel concerto era il Rock in Rio, che si tenne nel 1985. Nel film invece è un evento spostato agli anni Settanta per esigenze narrative.

Lascia un commento