Orgoglio e Pregiudizio – Tutte le location

“Orgoglio e pregiudizio” è sicuramente il libro di Jane Austen che amo di più.
Le cinque figlie Bennet rappresentano cinque tipologie diverse di donna: quella bella ma con poco carattere(Jane), quella con una grande personalità e intelligenza (Elisabeth) e tre sorelle che rappresentano le sfaccettature della frivolezza, che il loro padre non fa che rimarcare con le sue battute. La vita di queste ragazze viene sconvolta dall’arrivo di un ottimo partito, Charles Bingley, accompagnato da sua sorella e l’amico Fitzwilliam Darcy: il primo è un personaggio piuttosto simile a Jane mentre Darcy è l’orgoglio fatto persona, una sorta di quegli uomini un po’ orsi che si fa fatica a conoscere ma che poi, quando li si scopre, non puoi non apprezzarli o, nel caso dei protagonisti, non si può fare altro che innamorarsene.
La versione cinematografica di cui parlo è quella del 2005, dove troviamo Keira Knightley nel ruolo di Elisabeth, Rosamund Pike nel ruolo di Jane, Donald Sutherland nel ruolo del Sig. Bennet e Matthew Macfadyen nel ruolo di Darcy.
La pellicola è stata interamente girata tra le campagne inglesi, in posti in cui il tempo sembra essersi fermato. Siete pronti a scoprirli con me?
Partiamo!

Longbourn, la casa di Elisabeth e Jane.



 Longbourn, la casa della Famiglia Bennet, è un’antica casa padronale con fossato. Groombridge Place, vicino a Tunbridge Wells nel Kent. La casa, costruita nel 1662, è riportata anche nel romanzo “La valle della Paura”, uno del ciclo di Sherlok Holmes scritto da Sir Arthur Conan Doyle. Si dice che nella costruzione precedente, risalente al XV secolo, sia stato detenuto prigioniero Charles, duca d’Orlean, in seguito alla battaglia di Agincourt (1415).

Netherfield Park, la residenza dei Bingley


 

La residenza del Sig. Bingley, dove si svolge un bellissimo ballo e dove Jane passa un periodo di degenza dopo aver preso l’influenza essendo andata a cavallo sotto la pioggia, è appunto Netherfield Park. A rappresentare la dimora è stata scelta Basildon Park, vicino a Reading, nel Berkshire.

E’ una residenza del XVIII secolo in stile palladiano, ora gestito dal National Trust, costruita per volere di Sir Francis Sykes su disegno dell’architetto John Carr. Il palazzo non fu mai completato ed ebbe un susseguirsi di proprietari.


Rosings, la residenda della cattivissima Lady Catherine



Rosings, il grande palazzo di proprietà della temutissima Lady Catherine de Bourg (Judi Dench) è Burghley House, attualmente galleria d’arte del XVI secolo vicino a  Stamford. E’ uno dei più grandi esempi di architettura elisabettiana, costruita tra il 1555 e il 1567 per volere di William Cecil, Lord tesoriere di Elisabetta Tudor. Appartiene ancora alla famiglia Cecil. Marchesi di Exeter. L’edificio appare anche in molti film, come “The Golden Age” con Cate Blanchett.


Pemberley, la residenza di Mr. Darcy



Elisabeth, durante una vacanza con gli zii, ha la possibilità di visitare la residenza di Darcy, la cui proposta di matrimonio aveva malamente respinto. Ed è proprio li che i due si incontrano di nuovo e nasce un nuovo rapporto tra i due. La reggia selezionata per il film è Chatsworth House, nel Derbyshire, attuale residenza dei Cavendish, Duchi di Devonshire. Anche le scene in interni sono state girate nelle stanze originali del palazzo. L’edificio fu costruito a partide dal XVI secolo dalla contessa di Shrewsbury. Nel 1687 l’architetto William Talman ricostruì il castello in stile barocco, facendone una delle dimore più importanti della campagna inglese. Il castello è aperto al pubblico e conserva opere di Mantegna e di Poussin. La reggia è apparsa anche nei film “La duchessa”, “Barry Lindon” e nella versione del 2011 di “Jane Eyre”.

Tempio di Apollo


 

Durante un acquazzone, Elisabeth si rifugia nel tempio di Apollo dei giardini di Stourhead, nel Wiltshire. E’ qui che Darcy le fa la sua prima proposta di matrimonio, che viene respinta e con sdegno.
Stourhead è una tenuta divenuta monumento nazionale dal 1946 e ospita non solo il tempio ma anche una villa in stile neopalladiano. La tenuta è stata di proprietà della famiglia Stourton per 700 anni, fino al 1717 quando fu venduta al banchiere Henry Hoare.


Stanage Edge



Una bellissima scena panoramica ci permette di vedere Elisabeth, in meditazione, su una roccia altissima dove si apre un vasto territorio, Stanage Edge è un territorio del Peak District, Derbyshire, molto noto in Inghilterra per essere luogo prediletto dagli ammanti del trekking e delle arrampicate. Alcune delle increspature rocciose offrono delle cavità profonde, una è nota come “ la Grotta di Robin Hood”.

Qui trovate l’itinerario completo dei luoghi.



Vi lascio con una scena dal film: è il primo incontro tra Elisabeth, Darcy, Jane e Bingley alla festa del paese. Jane e Bingley sono già infatuati mentre tra Elisabeth e Darcy il dialogo è piuttosto acceso.


Lascia un commento