Mangia, Prega, Ama – Italia, India e Bali

Mangia Prega Ama è un film del 2010 diretto da Ryan Murphy e tratto dal romanzo autobiografico di Elizabeth Gilbert.
Il film racconta il viaggio di riflessione della protagonista per guarire non solo dalla fine del suo matrimonio e dalle dipendenze affettive, ma per ritrovare se stessa. Il suo viaggio dura circa un anno e ha tre tappe: Roma, in cui si coccolerà con l’arte e la cucina, l’India in cui con la meditazione ritroverà l’equilibrio, e Bali, dove l’attende lo sciamano Ketut che le insegnerà a ricostruirsi.
Oltre ad aver amato il libro ho apprezzato il film nonostante i tipici stereotipi sull’Italia.
Vediamo ora in che luoghi è stato girato il film.

MANGIA



Il viaggio inizia in Italia, dove soggiorna per quattro mesi. Affitta una casa a Roma, in via dei Portoghesi, e conosce nuovi amici con i quali si avvicina ai piaceri della cucina italiana.



Ancora sola però, si gusta un buonissimo gelato in Piazza Navona. La gelateria è San Crispino. Si vedono poi innumerevoli vicoli del centro, l’immancabile Piazza di Spagna e Villa Borghese.
Con gli amici Liz si ritrova alla Trattoria dal Vecchio Orso in via Gigli d’ Oro e al Santa Lucia a Largo Febo.
Un luogo che visita è il Mausoleo di Augusto, tra Piazza di Spagna e la riva del Tevere.



Liz in una mail all’ex marito la usa come metafora del loro rapporto e scrive che “è uno dei posti più solitari e silenziosi di Roma…la città gli è cresciuta intorno durante i secoli… è come una ferita preziosa…”
Un giorno visita Napoli con la sua amica svedese Sofi, e si strafogano di pizza napoletana da Michele, famosa pizzeria vicino a Corso Umberto I.



PREGA

Dopo quattro mesi Liz parte per l’India e in un Ashram conosce Richard, che l’aiuta a intraprendere il cammino della spiritualità con la preghiera e il perdono verso sé stessa. Dell’India non si vede molto, se non l’Ashram Hari Mandir.



AMA



L’ultima tappa è Bali, in Indonesia; Ketut l’aiuta a imparare a sorridere e amare nuovamente, grazie anche all’incontro con il brasiliano Felipe. Le scene sono state girate a Ubud e a Padang-Padang Beach.



Una frase di riflessione di Liz:

Se sei abbastanza coraggioso da lasciarti dietro tutto ciò che è familiare e confortevole, e che può essere qualunque cosa, dalla tua casa ai vecchi rancori, e partire per un viaggio alla ricerca della verità, sia esteriore che interiore; se sei veramente intenzionato a considerare tutto quello che ti capita durante questo viaggio come un indizio; se accetti tutti quelli che incontri, strada facendo, come insegnanti; e se sei preparato soprattutto ad accettare alcune realtà di te stesso veramente scomode, allora la verità non ti sarà preclusa.


Lascia un commento