Italia | Le location di Angeli e Demoni

Cari Cineturisti,

questa settimana, complice anche la programmazione televisiva, ho deciso di parlare di un film uscito nei cinema alcuni anni fa.

Parlo di Angeli e Demoni, versione cinematografica dell’omonimo romanzo di Dan Brown, che vede come regista Ron Howard e tra gli interpreti Tom Hanks, nei panni del protagonista Robert Langdon, Ewan McGregor, nel ruolo del Camerlengo, Ayelet Zurer nei panni della scienziata Vittoria Vetra, Stellan Skarsgård, capo delle guardie svizzere e Pierfrancesco Favino nel ruolo del comandante della polizia Ernesto Olivetti.

La trama racconta della scomparsa di quattro cardinali giunti in Vaticano in occasione del Conclave, il momento più delicato per l’intera cristianità.  Langdon viene chiamato per risolvere il caso, che risulta legato ad un’antica setta di scienziati, che avevano giurato vendetta alla Chiesa per gli anni di persecuzione attraverso l’inquisizione: gli Illuminati.

L’ambientazione del romanzo e del libro è interamente accentrata all’interno della città: solo un set è stato invece spostato all’esterno delle mura capitoline.

Percorriamo ora assieme il Cammino degli Illuminati.



Pantheon

La prima chiesa in cui si recano erroneamente i due protagonisti è la chiesta più antica della città.
L’edificio venne costruito come tempio dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future, nel 27 a.C. e adattato a chiesa successivamente.



Fontana dei Quattro Fiumi

A poche centinaia di metri dal Pantheon sorge Piazza Navona, una delle piazze simboliche della città, nel cui centro spicca la fontana dei Quattro Fiumi, luogo nel film del ritrovamento dell’ultimo cardinale e opera dello scultore e architetto Gian Lorenzo Bernini, artista al centro del romanzo, ritenuto il capo degli Illuminati.



Basilica di San Pietro

Il simbolo della cristianità per eccellenza la cui piazza venne cinta da un colonnato, anch’esso opera del Bernini.
Al centro della piazza troneggia un imponente obelisco di pietra, che segna idealmente i confini tra la città di Roma e lo Stato Vaticano. Sempre in questa piazza si radunano migliaia di persone in attesa che il Conclave si concluda con la celeberrima fumata bianca.



Chiesa di Santa Maria del Popolo

Una delle chiese che più ha beneficiato della fama  del romanzo thriller di Dan Brown. Seppur già nota per ospitare al suo interno due quadri del Caravaggio, più precisamente il Martirio di San Pietro e la Conversione di San Paolo, protagonista della pellicola è invece la Cappella Chigi,  all’interno della quale troneggia una scultura del Bernini.



Castel Sant’Angelo

Indubbiamente uno dei complessi architettonici  più affascinante della città, fu cominciato dall’imperatore Adriano nel 125 come suo mausoleo funebre, ispirandosi all’ormai completo mausoleo di Augusto, divenne in epoca medievale e moderna il luogo di rifugio del Papa nei momenti di tumulto o di incertezza politica. L’accesso alla fortessa era possibile attraverso un passaggio che collegava direttamente la roccaforte con il Vaticano: il celebre Passetto, realmente esistente e visitabile in alcuni periodi dell’anno.
Davanti alla costruzione sorge un imponente ponte, il Ponte degli Angeli, anch’esso opera di Bernini.



Chiesa di Santa Maria Della Vittoria

Costruzione di architettura barocca, ospita al suo interno la statua del Bernini – L’estasi di Santa Teresa – probabilmente una delle opere più note e controverse dell’artista.



Curiosità

Sapete invece che l’unica location del film a non essere a Roma è proprio quella che rappresenta il Vaticano?
La scalinata che vediamo percorsa più volte dai cardinali e dal Camerlengo Ewan McGregor appartengono infatti alla Reggia di Caserta, che fu utilizzata per girare la maggior parte delle scene ambientate nello Stato Pontificio.

Non è la prima volta che la Reggia viene utilizzata in un film: molti sono infatti i registi che l’hanno scelta, e continuano a sceglierla, come ambientazione ideale delle loro pellicole.

Ma questa è un’altra storia…


angeli demoni caserta

 

 

Salva

Lascia un commento