Gli abiti del film Amadeus dall’11 al 19 marzo a Bergamo

Chi di voi non ha mai sognato di potersi risvegliare in un altro periodo storico, come il Settecento? Potersi risvegliare in un meraviglioso palazzo con stucchi e quadri, indossare abiti preziosissimi e grandi parrucche bianche?
Ebbene, quegli abiti vi aspettano dall’11 al 19 Marzo a Bergamo, in occasione della la 35ma edizione di Bergamo Film Meeting.
Nove giorni di cinema, oltre 150 film e una mostra.
LA MOSTRA. 
Nel Ridotto Gavazzeni del Teatro Donizetti, si terrà l’esposizione “I costumi da Oscar di Theodor Pištěk – La ribellione e lo sfarzo nei film di Miloš Forman”.
L’abito di Tom Hulce in “Amadeus”
Io non vedevo l’ora di poter finalmente vedere i meravigliosi abiti creati per i film Amadeus e Valmont, entrambi di Miloš Forman.
Ancora ricordo l’abito e la gigantesca parrucca che indossava Madame Cavalieri, al suo debutto come protagonista ne “il Ratto del Serraglio” di Wolfgang Amadeus Mozart.
Cosa dire poi delle improbabili parrucche di “Wolfi”? Quale modo migliore che mettergli una parrucca un po’ punk per farci capire, secondo la chiave di lettura del regista, che è stato lui la prima “rockstar” della musica?
E anche Valmont, nel suo ruolo di incontrollabile libertino, ci fa capire quanto le personalità di un tempo, nonostante gli abiti, siano così vicini alla nostra realtà.I vestiti sono i pezzi originali cuciti nella Sartoria Tirelli di Roma e custoditi dalla Fondazione Tirelli Trappetti.
L’abito di Annette Bening in una scena di “Valmont”
La mostra sarà accompagnata dalle musiche di Mozart ovviamente. Mostra dall’11 al 19 marzo.
Orari: lunedì – venerdì: 14.30 – 19.30 | sabato – domenica: 11.00 – 19.30.
Ingresso libero

Lascia un commento