“EARTH – Un Giorno Straordinario”, le meraviglie della Terra

“A quanto ne sappiamo il nostro pianeta è unico.
A quanto ne sappiamo un giorno sulla Terra è un’esperienza straordinaria che non ha pari in tutto l’Universo.”

Con queste splendide parole inizia il documentario della BBC Earth Films, Earth – Un Giorno Straordinario, in uscita nelle nostre sale in occasione della Giornata Mondiale della Terra, il 22, 23 e 24 aprile.
Diretto da Peter Webber, Lixin Fan e Richard Dale, il film punta i riflettori sul ruolo che gioca il sole nel plasmare i destini di tutte le forme di vita sul nostro pianeta, inclusi noi stessi.
Si può così comprendere il legame indissolubile tra le specie e i ritmi del giorno e della notte, in qualsiasi punto del mondo.
Attraverso la voce narrante di Diego Abatantuono (Robert Redford nell’originale), questo film ci permette di vivere un giorno ideale, viaggiando alla scoperta di paesaggi meravigliosi e di creature stupefacenti.

Per questo documentario ci sono voluti 142 giorni di riprese e ben 3 anni di lavoro attorno al mondo.
Eccovi alcuni dei luoghi che si possono vedere in questa pellicola.

Eccovi una mappa dei luoghi che scoprirete in questo documentario.



Si parte dal Kenya, territorio che presenta svariate condizioni climatiche e di altitudine, che determinano nel paese la presenza di diversi tipi di vegetazione. Nelle praterie incontriamo un servalo, che di solito caccia di notte, ancora sveglio in cerca di una preda, che attacca con dei notevoli salti.



Ci si sposta poi alle Galapagos, straordinario sistema di isole dove si possono distinguere numerosissime specie animali e vegetali.
Qui vedrete un grande branco di iguane e serpenti particolarissimi.



Il giorno avanza. Con il sole già alto nel cielo troviamo una foresta delle regioni montuose del Sichuan, in Cina, dove una femmina di panda mangia canne di bambù e allatta il suo piccolo cucciolo.



Contemporaneamente, in Botswana, una giovane zebra in cerca di erba è messa a dura prova dal tentativo di attraversare un fiume in piena sotto lo sguardo della mamma.



Dal continente africano rapidamente si sale al Nord, nell’Artico, il meraviglioso regno bianco dove vive il narvalo, che si muove sfruttando i corridoi di ghiaccio che si aprono grazie alla potenza del sole.



Nel frattempo ad Alberta, in Canada, scoviamo un orso bruno intento a grattarsi contro un albero, per liberarsi dello spesso manto invernale: la scena è davvero spassosa.



Dall’estremo Nord si torna al centro del continente americano, in una piccola isola di Panama, Escudo de Veraguas. Li vive il bradipo pigmeo, specie di bradipo scoperta proprio sull’isola nel 2001 . Il numero preciso di questi animali è incerto, anche se a causa della ridotta estensione del loro habitat si stimano poche centinaia di esemplari viventi.
I bradipi sono simpaticissimi e qui se ne vede uno un po’ comatoso, che dorme abbracciato ad un ramo… e RUSSA!!!



Il sole inizia a calare e così anche noi spettatori ci dirigiamo all’estremo sud del pianeta, arrivando alle isole Falkland, un arcipelago dell’Atlantico meridionale. Li si trova Zavodovski, una piccola isola sub-antartica, dove vive il pinguino pigoscelide antartico. Vediamo scene in cui madre e figlio, affamati, attendono il padre, che sfida le onde per portare loro del pesce.



Al tramonto, ci spostiamo in Europa, prima nelle campagne per osservare il tenerissimo topo delle risaie, e poi lungo le sponde del fiume Tibisco, in Ungheria, dove gli efemerotteri cominciano la loro breve vita emergendo dall’acqua in una magnifica danza di accoppiamento, un vero omaggio alla potenza della natura.



Infine, vediamo le scalate dei presbiti dalla testa bianca, primate rarissimo che vive tra le montagne di Guangxi, nel sud ovest della Cina.



Il film termina di notte, con insetti luminosi e soprattutto la visione delle luci create dall’uomo. Le città hanno cambiato il nostro rapporto con il giorno e la notte.
Ma finché i bambini osserveranno le lucciole con gli occhi spalancati, la potenza e le meraviglie della natura non saranno mai date per scontate.

Lascia un commento