Castelli nei dintorni di Parigi che ho scoperto con i film

Cari Cineturisti,

amo moltissimo Parigi. Amo tutto di questa città: l’atmosfera, il patrimonio culturale, il suo perfetto mix di antico e moderno. Ma soprattutto l’amo perché mi pare di vivere sul set di un film in costume.

Ma vi rivelerò un segreto: esistono dei sobborghi attorno alla capitale altrettanto ricchi di meraviglie.  Non solo Versailles, ma sono moltissimi i castelli reali e i palazzi che vengono utilizzati dai cineasti di tutto il mondo. Molti dei loro film mi hanno permesso di scoprine alcuni che altrimenti non avrei mai visto.

Eccovi quindi un itinerario alternativo di Parigi, per gli appassionati di film ma anche di castelli.

Eccovi intanto la mappa:


Maisons-Lafitte  – Le Relazioni Pericolose

Il palazzo è una delle più significative opere del barocco francese, fu costruito nel XVII secolo su progetto di François Mansart per René de Longueil, personaggio politico appartenente alla nobiltà di toga.
Il “gran gabinetto”, detto “gabinetto all’italiana”, ha perso il suo rivestimento del XVII secolo a favore di una decorazione dell XIX secolo, ma ha conservato la sua cupola, il cui tamburo è ornato di coppie di termini che si tengono per la vita. Questo è il castello in cui il terribile Valmont (John Malcovich) cerca in ogni modo di sedurre la bellissima Madame de Tourvel (Michelle Pfeiffer) nel film di Stephen Friars “Le Relazioni Pericolose”.




Castello di Saint-Germain-en-Laye – Codice da vinci / Elle

Questo castello lo conoscevo eccome, è uno dei più importanti di Francia, ma volevo comunque metterlo nell’itinerario.
Il castello venne inizialmente costruito durante il regno di Luigi VI il Grosso, agli inizi del XII secolo.
L’edificio attuale venne costruito a partire dal 1539 sotto il re Francesco I. Nel 1638 vi nacque il futuro re Luigi XIV.
Sotto il regno di Luigi XIV i giardini furono nuovamente sistemati da André Le Nôtre, lo stesso dei Giardini di Versailles, con la costruzione della “Grande terrazza”.
Nel 1682 Luigi XIV spostò la residenza reale presso la reggia di Versailles e nel castello venne ospitato dal re di Inghilterra, Giacomo II, che vi morì in esilio nel 1701.

Appare in molti documentari ma anche in due film internazionali: “Il Codice da Vinci” ed “Elle”.



Château du Mesnil-Saint-Denis- Les Miserables

Il castello fu costruito nel 1589 da Louis Habert Montmort, segretario delle Finanze Enrico III, restò alla sua famiglia fino al 1724. Nel 1737 fu acquisito da Charles de Selle, consigliere di Stato, e nel 1842 alla donna di lettere Sophie Gay.
Il castello è aperto al pubblico gratuitamente in determinati giorni predisposti dal comune di Mesnil. Questo è il castello in cui andrà ad abitare Jean Valjean ( Gerard Depardieu) nell’adattamento televisivo del romanzo di Victor Hugo “I Miserabili”.



Scena del film Les miserables

Château de Groussay – Valmont

Questo splendido castello sorge pochi chilometri a ovest di Versailles e Parigi. Generalmente è aperto al pubblico durante la primavera. Venne costruito nel 1815 dalla Duchessa di Charost, figlia di Madame de Tourzel, governante dei figli di Luigi XVI e Marie Antoinette. Acquistato nel 1938 da Charles Beistegui, ispirazione estetica, Groussay si espande nel 1952 con due ali, una delle quali ha portato al teatro e ai”Folies”, padiglioni dal gusto esotico e palladiano che arredano il parco, progettati con la complicità degli artisti Emilio Terry e Alexandre Serebriakoff. Dal 1993 è classificato “Monumento Storico”.
Al suo interno si trova un magnifico teatro, inaugurato nel 1957, e utilizzato ancora oggi dalla Commedie Française.

All’interno del suo giardino e delle sue stanze sono state girate diverse scene di “Valmont” , film ispirato anch’esso al romanzo di Ninon del Lenclos e interpretato da Annette Bening e Colin Firth.


 




 

Lascia un commento