Bridge to Eilean Donan Castle Scozia Highlander

HIGHLANDER: L’ultimo Immortale


Highlander è un film fantasy del 1986, interpretato dal francese Christopher Lambert e dallo scozzese Sean Connery, con la regia di Russel Mulcahy.
Il protagonista, un forte guerriero del Cinquecento, viene gravemente ferito durante una lotta tra clan. Dato per spacciato e prossimo alla morte, riappare però tra i suoi perfettamente guarito il giorno dopo: viene quindi accusato di stregoneria e cacciato dal suo paese.
Inizia così la storia di Connor MacLeod, un uomo condannato all’immortalità e, di conseguenza, alla perdita di tutti gli affetti, nonché alla continua lotta tra altri immortali, costretti a sfidarsi in duelli che terminano sempre con la decapitazione del perdente, fino al “giorno dell’adunata”, quando ne resterà uno solo.
Ancora in Scozia, Connor viene addestrato dall’immortale Ramirez (Sean Connery) per sconfiggere il feroce Kurgan.  Connor si ritroverà a sfidarlo quattrocento anni dopo a New York. Il film è stato girato con una lunga serie di flashback narranti episodi della vita del protagonista. Famosa è la colonna sonora dei Queen e ovviamente le suggestive location selezionate.

SCOZIA, XIV Secolo


La battaglia tra i clan scozzesi è stata girata vicino alla suggestive punta di Buachaille Etive Beag, nell’affascinante paesaggio di Glencoe, a nord ovest di Glasgow. L’altura offre una splendida vista di Loch Etive.




Il villaggio da cui viene bandito MacLeod, dopo essere miracolosamente guarito dalla sua ferita fatale, è il castello Eilean Donan, che sorge sull’isolotto di Dornie, presso Loch Duich, nelle Highlands occidentali.  La costruzione è uno dei simboli della Scozia e uno delle località più visitate di Scozia, appare spesso su giornali e riviste o in molti spot pubblicitari.
Il castello è stato distrutto e ricostruito diverse volte nel corso dei secoli, e risulta abitato dal VI secolo d.c. All’inizio del Settecento venne gravemente danneggiato da una rivolta giacobina, restando disabitato per duecento anni: all’inizio del Novecento venne acquistata e restaurata dal sottotenente colonnello John MacRae-Gilstrap: i lavori durarono circa vent’anni.



La spiaggia dove Connor per la prima volta prova la Reminescenza, ovvero una incredibile scarica di energia che viene trasmessa dal corpo dell’immortale decapitato al vincitore del duello, è Refuge Bay, vicino a Morar.  
Lo spettacolare picco semisospeso dove si esercita con Ramirez con la spada è Cioch sulle colline di Cuillin, sull’isola di Skye.



Regno Unito, XVIII – XX Secolo

In questo film, purtroppo, c’è molta meno New York di quanto si pensi. Gran parte della pellicola, quasi tutte le scene in interni ma anche molte in esterni, è stata infatti girata presso gli studios di Jacob Street a Londra.



La ‘New York Library’, dove Brenda inizia a fare le ricerche su Russel Nash e gli immortali, è in realtà il National Liberal Club di Whitehall Place: venne fondato nel 1882 da William Ewart Gladstone, per raccogliere donazioni e consensi per il partito liberale, in vista delle elezioni e di alcune riforme che avevano permesso una notevole estensione dell’elettorato.

Fu disegnato da Alfred Waterhouse ed è in stile neogotico, sorge non poco lontano dalla House of Parliament, a Londra. Questa location è stata riutilizzata dallo stesso Mulcahy per il thriller ‘Blue Ice’ con Michale Caine, ma anche da altri registi come Terry Gilliam e David Lynch. 



 Il duello sostenuto da un MacLeod ubriaco, nel XVIII secolo, dove viene ferito a morte più volte senza mai soccombere, esasperando l’avversario, è stato girato a nell’Hertfordshire. Il terreno venne acquistato da Sir Matthew Lamb, politico e primo baronetto dell’epoca, nel 1746. Vi fece edificare la costruzione che vediamo ancora oggi negli anni successivi, con il progetto elaborato dall’architetto James Paine. Di stile neoclassico, con richiami palladiani, si trova all’interno di un vasto parco: attualmente viene utilizzato come sede di eventi e ospita un golf club.


New York, XX Secolo

Il film si apre con match di wrestling negli anni Ottanta, al Madison Square Garden. MacLeod è tra il pubblico ma decide di uscire prima del termine dell’incontro. Giunto al parcheggio, viene raggiunto da un immortale che lo sfida immediatamente a duello.
Gli esterni appartengono proprio al Madison Square Garden di New York, mentre gli interni sono stati girati nella Measowlands Arena, nel New Jersey. Ora chiamato Izod Center, fa parte di un vasto complesso edile ed è attualmente la sede dei Nets.
Il parcheggio sotterraneo è invece il parcheggio di Earl’s Court a Londra.
La casa di MacLeod a New York, ‘Russell Nash Antiques’ è in realtà la sede della Phi Boutique, negozio di abbigliamento femminile. Si trova a Green Street, nel distretto di Soho.




L’elegante ponte dove MacLeod incontra l’immortale Kastagir, che verrà poi sconfitto dal Kurgan, è il Bow Bride, che attraversa il Lago di Bethesda Terrance, a Central Park: è uno dei primi ponti del parco, che vennero progettati e costruiti tra il 1859 e il 1862 da Vaux e Mould, totalmente in ghisa e lungo circa 18 metri. Venne poi successivamente rinforzato e rimodernato nel 1974 e nel 1998. 

Lo scontro finale tra Kurgan e Macleod doveva avvenire, secondo la sceneggiatura, nel Luna Park di Coney Island, ma il regesta preferiva utilizzare un’ambientazione più minimalista. Casualmente, durante le riprese a New York, vide l’insegna dei Silvercup Studios, una grande scritta al neon posata sul tetto dell’edificio vicino al Queensboro Bridge.

L’insegna ovviamente è ancora li: una riproduzione in scala venne costruita e distrutta presso gli studi di Londra.


Lascia un commento